Una fonte dell’Antitrust ha riferito che dal 2012 al 2014 le sanzioni irrogate hanno raggiunto la cifra di circa 400 milioni di euro, oltre questo ha anche spiegato che il bilancio per il 2015 non è ancora chiuso quindi gli importi finali non sono ancora disponibili.

Più della metà della somma pari a 210 milioni di euro è stata raccolta nel 2014, di questi, 190 milioni di euro sono relativi alle infrazioni alla normativa concorrenziale mentre i restanti 30 milioni sono relativi a multe per infrazioni in materia di tutela del consumatore.
Per l’anno 2012 le multe ammontano a circa 55 milioni di euro e nel 2013 a 130 milioni di euro.

Tutto questo per farvi capire che la percentuale delle somme realmente incassate dallo Stato è cresciuta nell’arco del tempo.

Nel 2014 si è arrivati al 99,85% nel caso di infrazioni alla concorrenza mentre la percentuale del pagato nel settore delle violazioni al codice di consumo è più bassa al 70%, questo a causa dell’enorme difficoltà nel reperire gli operatori dell’e-commerce che hanno la sede legale fuori dall’Europa.