Come utilizzare le bande di Bollinger con le Opzioni Binarie Trading

bande di Bollinger

Molti commercianti hanno messo a punto una strategia di opzione binaria basata sulle bande di Bollinger (BBS), in quanto hanno una notevole capacità di identificare le opportunità di trading. Inoltre, questo indicatore tecnico si comporta bene con la maggior parte dei tipi di opzioni binarie, Range, Touch e UP/DOWN, etc.

Quali sono esattamente le bande di Bollinger e perché sono così efficaci?

Di seguito una breve introduzione che vi fornirà le conoscenze necessarie. John Bollinger ha creato le bande dal suo nome Bollinger (BBS) all’inizio del 1980 perché aveva la necessità di dedurre che la volatilità aveva un comportamento dinamico invece di uno statico, la credenza popolare in quel momento. È possibile sfruttare le bande di Bollinger per fornire chiare valutazioni su come i valori alti e bassi delle attività interagiscono nel corso di un periodo di tempo specifico.

Come tale, le BBS possono aiutare a formulare decisioni di qualità, consentendo di confrontare i movimenti di prezzo con gli allarmi generati da altri indicatori tecnici. Se si analizza il grafico seguente, allora si potrà osservare che le BBS sono costitute da tre linee (blu), dove la banda centrale rappresenta una semplice media mobile delle bande inferiore e superiore.

È inoltre necessario osservare che la distanza tra le bande superiore e inferiore è proporzionale ai livelli di volatilità. Come tale, è possibile in primo luogo distribuire la BBS per valutare la forza attuale della volatilità. In sostanza, le BBS forniscono forti indicazioni sul fatto che l’attuale livello di volatilità è attualmente alto o basso.

Per esempio, si nota che:
– le bande convergono quando la volatilità è bassa;
– le bande divergono ogni volta che aumenta il livello di volatilità.

È possibile rilevare queste formazioni nel diagramma sopra.

– le bande superiore ed inferiore convergono al centro quando il prezzo è trading Range;
– al contrario, le bande si allargano verso destra e sinistra del grafico indicando livelli elevati di volatilità.

Se ti concentri su queste caratteristiche, è possibile ottimizzare la capacità di utilizzare le BBS (e non c’è bisogno di sapere come le BBS vengono calcolate).

Tuttavia, si dovrebbe notare con attenzione che il prezzo ha una forte vocazione a fluttuare sempre sulla fascia centrale. Si dovrebbe essere in grado di rilevare che tale peculiarità è verificata numerose volte nel diagramma precedente. È inoltre necessario comprendere che la banda superiore comporta una resistenza, mentre la banda inferiore funge da supporto.

Come tale, il prezzo rimbalza spesso contro di loro come si può vedere nella figura sopra.

Potete ottenere risultati superiori dall’utilizzodelle BBS utilizzando lassi di tempo di un’ora o più elevati, inoltre ricordate che le BBS operano meglio in una condizione di Range-trading.

Progettare una strategia Bollinger Band

In sostanza, le BBS sono un indicatore mean reversion che può informarvi ogni volta che il prezzo di un bene è ipercomprato o ipervenduto. In particolare, le BBS generano un canale di negoziazione entro il quale il prezzo di un titolo risiede quasi il 95% del tempo in un periodo di tempo specificato.
“Questa caratteristica implica che, ogni volta che il prezzo colpisce la parte superiore o inferiore delle Bollinger Bands, allora c’è una forte possibilità di significative inversioni”.

Lo schema seguente presenta il grafico giornaliero della coppia EUR/USD.

Questa attività è attualmente range-trading con un’oscillazione di prezzo tra le fasce superiore e inferiore di Bollinger:

– Si dovrebbe eseguire un’opzioni PUT, dopo che il prezzo rimbalza contro il Bollinger superiore;
– Si dovrebbe eseguire un’opzioni CALL, dopo che il prezzo rimbalza contro il Bollinger inferiore.

Numerosi esempi sono visualizzate sulla tabella seguente.

Vedi anche: http://www.tradingopzionibinarie.com/strategie-opzioni-binarie/

Continue Reading