I broker sono molto importanti nel trading online perché senza di essi non si potrebbe accedere ai diversi mercati finanziari, ma ora vedremo che non basta solo questo per fare trading.

Prima di tutto vi diciamo che è fondamentale che i broker online siano certificati e regolamentati.

Dovete essere in grado di scegliere il migliore broker che disponga di ottime piattaforme di trading e che soprattutto rispondono alle tue esigenze.

Sono tanti i fattori che dovrete prendere in considerazione, e in base a queste capirete se si tratta di buon broker oppure no. Ad esempio fate attenzione alle commissioni, al deposito minimo, come viene eseguito il deposito e il prelievo, se hanno una sezione dedicata alla formazione del trader e anche la qualità dell’assistenza clienti.

Inoltre per aiutarvi nella scelta è bene anche vedere più di un broker per poi fare un confronto.

Il broker online con le sue piattaforme ha il potere di rendere il trading un’esperienza piacevole oppure un’esperienza fortemente negativa.

Gli strumenti e servizi offerti influenzano fortemente le operazioni. Il trader per operare al meglio deve possedere gli strumenti giusti, ovvero deve trovare quelli più adeguati alle sue conoscenze.
Qui arriviamo a un altro punto fondamentale, ossia è vero che per fare trading online si ha bisogno di un buon broker ma altrettanto importante è la preparazione del trader.

In particolare il trader principiante è giusto che si munisca di tutto il necessario studiato su misura per lui per operare in maniera sicura e confortevole, ma è fondamentale che studi la parte teorica e che soprattutto faccia molta pratica.

Ora vi starete chiedendo dove fare pratica e specialmente quanto costa. Di questo non vi dovete preoccupare perché oggi gran parte dei broker professionali offre gratuitamente il conto di simulazione, chiamato Conto Demo.
Su questa piattaforma potete esercitarvi tranquillamente, per investire si utilizzano soldi virtuali. È un conto speciale perché oltre a permettervi di fare pratica, vi da modo di testare la piattaforma. Così facendo avete modo di capire se quella piattaforma fa per voi o è il caso di cambiarla.

Come è stato accennato precedentemente, ci sono dei fattori che devono essere presi in considerazione per trovare il migliore broker.

Abbiamo parlato di commissioni, vi diciamo che generalmente si ha a che fare solo con lo Spread e se ce sono altre sono comunque molto basse. In sostanza lo spread è previsto ogni volta che si apre un trade e viene calcolato in base alla differenza tra il prezzo di apertura e il prezzo di chiusura. Questo può essere fisso o variabile e varia da broker a broker.

Poi bisogna vedere il deposito minimo che deve essere versato al momento dell’apertura dell’account. Ci sono broker che prevedono prezzi esorbitanti, invece quelli che interessano a noi danno la possibilità di aprire un account versando anche poche centinaia di euro. Ci sono però anche altri broker che sono caratterizzati da più di un account, ovvero ci può essere il conto base che è quello che ha il deposito minimo più basso per poi salire a conti che richiedono un versamento del valore di migliaia di euro.

Vi abbiamo parlato anche del deposito e il prelievo, questi sono fattori da non trascurare. Il broker deve permettere di effettuare questo tipo di operazioni in maniera veloce e pratica.

Un altro fattore fondamentale sono le piattaforme di trading messe a disposizione dal broker. Queste devono essere intuitive e devono possedere il necessario, parliamo di strumenti e servizi, per operare al meglio.

Oltre a ciò è importante che abbiate accesso a diversi mercati e prodotti in modo da diversificare il vostro portafoglio di Borsa.

Infine fate attenzione al servizio di assistenza, è importante che si possa contattare in più modi e nell’arco di tutta la giornata e che sia caratterizzato da un personale preparato e professionale.