I dati sull’occupazione americana per il mese di aprile sono risultati essere inferiori alle attese e il rapporto fra la coppia Euro/Dollaro è in salita.
Questi ultimi dati che sono stati divulgati allontanano ancora di più le speranze di un rialzo dei tassi da parte della Fed, speranze che erano già molto deboli.

L’economia americana ha creato 155.000 nuovi posti di lavoro non agricoli e questo è l’incremento più basso degli ultimi sette mesi, le attese erano di un aumento oltre le 200.000 unità.

Subito dopo la pubblicazione del dato la coppia Euro/Dollaro è salita fino a quota 1,1521 per poi scendere.

Allo stesso tempo la coppia Dollaro/Yen tocca il minimo di giornata a 105,21 tenendosi sempre lontano dal minimo degli ultimi 17 mesi a quota 105,28.
A tal riguardo Wayne Lin di QS Investors ha dichiarato quanto segue:

Il dato odierno offre alla Fed maggiore spazio per rimanere accomodante per più lungo tempo e non penso che la possibilità di un rialzo a giugno sia del tutto sfumata, ma le probabilità si sono ridotte. All’orizzonte non c’è nulla di drammatico, ma questo dato segnala che ci troviamo nella fase centrale se non avanzata del ciclo piuttosto che allo stadio iniziale.