Trading opzioni binarie con il software Den Svenska Metoden

Den Svenska Metoden

Il software Den Svenska Metoden per le opzioni binarie

Il metodo Den Svenska Metoden è una truffa di opzioni binarie.
Il sito di riferimento è SwedishMethod.com, ma è un clone di siti già visti che mirano a colpire sistematicamente i paesi dell’Unione Europea.
L’articolo di oggi è un avvertimento, questo metodo ha già colpito diversi paesi e oggi tocca alla Svezia. Questo articolo vuole anche essere un campanello di allarme per il nostro paese Italia, ci aspettiamo da qui a breve lo sbarco di questo metodo con il sito ItalianMethod.com.
Questo software mira al settore binario di ogni paese.

Abbiamo già assistito al metodo:

    • Tedesco;
    • Spagnolo;
    • Finlandese;
    • Australiano.

Oggi si chiama metodo svedese, ma è identico agli altri metodi utilizzati in altri paesi, dove, ignari utenti sono reindirizzati al sito The Golden Goose method.

“Anche se cambia il nome, la truffa rimane la medesima.”

Il software e lo sviluppatore

L’ideatore del software si chiama “Jakob Stenson”, ovviamente è un nome di fantasia. Nella presentazione non c’è nulla di nuovo che già non conosciamo, una truffa esposta come tante altre truffe, facilmente smascherabile da una ricerca in internet.

Questi siti ormai standardizzati, sono diventati così ovvi e poco innovativi nel cercare di raggirare gli utenti, che ormai cadono nel patetico.

“E’ patetico vedere promuovere un sito truffa.”

Lo sviluppatore cerca di raggirare la vostra intelligenza facendo mostra di ricchezze e promesse tanto patetiche quanto irrealizzabili.

L’idea di promuovere un sito gratuitamente è anche lodevole, ma non in questo caso, caso in cui sarete reindirizzati presso un broker truffa che ha l’unico fine di prosciugare tutto ciò che avete versato.

“Se vi registrate al metodo svedese, sarete indirizzati a un Broker oscuro e non regolamentato, che, grazie all’esca chiamata metodo svedese, si impossesserà del vostro capitale”

Come altri siti truffa, questo metodo grazie all’abbonamento di ignari utenti, ha già mietuto migliaia di vittime, un danno al trading legittimo, che infanga giorno dopo giorno il buon nome del trading di opzioni binarie.

Den Svenska Metoden
Den Svenska Metoden

L’attacco al metodo Svedese

Ci piace sottolineare questo evento, che a parer nostro è abbastanza divertente, il sito del metodo svedese è stato abbattuto da un hacker molto abile.
Ci piace pensare che questo personaggio sia stato molto abile con il computer, ma non tanto sveglio da farsi fregare da questo software.
L’importante è stata la sua capacità di violare il loro sistema, forse una azione dettata dalla rabbia consapevole di essere stato fregato, o semplicemente odia le truffe online.

Le testimonianze

La tecnica delle testimonianze è chiaramente quella di siti già visti. Anche qui niente di nuovo, le testimonianze sono comprate dal sito Fiverr. Quello che sempre di più ci colpisce è come delle persone pagate 5 euro, diventino complici di una truffa, nel tentativo di convincere innocenti utenti ad abbonarsi a questa che definiamo senza mezzi termini una “trappola di opzioni binarie”.

“Questo forse è ancora più triste della stessa truffa.”

Conclusioni

Nella speranza di essere stati esaustivi, questo metodo si è rivelato senza mezzi termini l’ennesima truffa di opzioni binarie. Il metodo utilizzato è abbastanza chiaro, e come tutti i software non legittimi, è tendenzialmente pericoloso e dannoso al portafogli degli utenti non esperti del trading opzioni binarie.
Il software Den Svenska Metodo entra pienamente a far parte della Blacklist dei siti da evitare.

Continue Reading

In America aumenta la vendita di nuovi immobili residenziali

usa

In America il dato relativo alla vendita di nuovi immobili nel mese di febbraio è aumentato in maniera inastpettata e più del dovuto, tutto questo è scaturito dai dati che sono stati ufficializzati proprio oggi.

L’ufficio Census in un report dettagliato ha comunicato che il dato di vendita di nuovi immobili negli Stati Uniti

è aumentato ad un tasso destagionalizzato di 582K da 548K relativo al mese precedente.

La maggior parte degli analisti erano convinti che il dato di vendita di nuovi immobili avrebbe fatto segnare un incremento a 575K durante il mese scorso.

Continue Reading

Volatilità per la borsa di Milano

borsa milano

Piazza Affari si avvicina alla chiusura con molta volatilità continuando a salire e scendere sui livelli di parità che comunque sono sostanzialmente in linea con l’andamento di tutte le altre Borse europee.

L’indice Ftse Mib scende dello 0,2% a causa dell’aumento delle perdite di banco Bpm che sono arrivate oltre il 6% a 2,63 euro.

FCA perde 4 punti percentuale arrivando a 9,56 euro, si sono registrate anche svariate vendite sul titolo Telecom con un -2,9%, sia UBI banca che Mediobanca che Banca Intesa perdono tutte e tre l’1,6%.
Buon andamento per i titoli a risparmio gestito come Azimut che guadagna il 4%, Mediolanum guadagna il 2,8% Fineco guadagna il 2,2%.
Ottima anche Moncler che sale del 3,6% a 18,2 euro.

Continue Reading

Scendono i futures del Greggio

futures greggio

Nella sessione asiatica di oggi i futures del Greggio sono in ribasso.

Nel New York Mercantile Exchange i futures del Greggio in consegna a febbraio sono stati scambiati a 54,32 dollari per barile in discesa dello 0,25%.

Anche il petrolio Brent in consegna a marzo ha avuto un calo e precisamente dello 0,22% scambiando a 56,32 dollari al barile mentre lo spread tra i contratti del petrolio Brent e il Greggio si assesta a 2,94 dollari al barile.

L’indice del Dollaro che segue l’andamento della moneta americana nei confronti delle altre monete rivali è sceso dello 0,05% scambiando a 101,38 dollari.

Continue Reading

No alla sospensione delle regole bail-in

bail-in

Benoit Coeure, esponente Bce, al forum Bce di Sintra in Portogallo ha dichiarato che sospendere le regole del bail-in vorrebbe significare la totale fine dell’Unione bancaria europea e questo richiederebbe che le autorità di vigilanza diventassero molto più invadenti.
Eccovi la sua testuale dichiarazione.

Se non ci fosse una disciplina interna al mercato, tutto il peso di fornire gli stimoli corretti ricadrebbe sulle autorità di vigilanza bancaria che, di conseguenza, diventerebbero molto più invadenti, se oggi si sospendessero le regole sul ‘bail-in’, se questo è il passo che si vuol fare, si verificherebbe la fine dell’unione bancaria per come la conosciamo.

L’esponente della Bce ha tenuto a sottolineare che tutte le norme che disciplinano il bail-in fanno ormai parte delle regole di tutta l’Unione bancaria europea.

Continue Reading

Futures dell’Oro in ribasso

futures oro

La sessione finanziaria americana di questo lunedì ha decretato un ribasso dei futures dell’Oro.
Nella divisione Comex all’interno del New York Mercantile Exchange i futures dell’Oro in consegna ad agosto sono stati scambiati a 1,328,47 dollari americani per ogni oncia troy, valore in ribasso dello 0,37%.

In un primo momento è stato scambiato ad un valore più basso di 1.292,37 dollari per oncia troy ed era previsto trovare una quota di supporto a 1.306,88 ed una quota di resistenza a 1.342,37.

Dando un’occhiata sul Comex vediamo che l’Argento in consegna a luglio ho avuto un aumento dello 0,73% scambiando a 17,628 dollari per oncia troy mentre il Rame in consegna a luglio è salito del 2,02% scambiando a 2,137 dollari per libbra.
I valori dell’indice del Dollaro che mette risalto l’andamento del biglietto verde nei confronti delle altre sei valute rivali è sceso dello 0,77% scambiando a 93,97 dollari.

Continue Reading

Dollaro galoppante

dollaro galoppante

La moneta americana continua a mantenere i valori massimi di seduta nei confronti delle altre valute rivali sostenuto dalle costanti speranze di un rialzo dei tassi di interesse a breve termine da parte della Fed, l’unica moneta che riesce a spuntarla con il biglietto verde e la nostra moneta unica che beneficia dei significativi passi in avanti fatti sul fronte della crisi greca.
Proprio ieri in tarda notte i Ministri delle Finanze della nostra euro zona hanno sbloccato una nuova tranche di fondi di circa 11 miliardi di euro a favore di Atene.
Questa mattina l’euro sale dello 0,05% sul dollaro arrivando a quota 1,11:52 riuscendo a recuperare dei valori minimi che restavano da 10 settimane a questa parte.
La nostra moneta riesce a guadagnare anche nei confronti dello Yen seguendo la scia dell’andamento positivo dell’obbligazionario europeo.

Niels Christensen, FX strategist di Nordea ha dichiarato quanto segue:

La questione del debito greco non rappresentava la principale preoccupazione del mercato ma il fatto che sia uscita di scena fa tirare un sospiro di sollievo e l’euro ne beneficia, il focus principale del mercato dei cambi tuttavia resta la Fed con le aspettative per un rialzo dei tassi.

Continue Reading

Salgono i futures dell’Oro

futures oro

In questa sessione europea di venerdì si è visto un rialzo dei valori dei futures dell’oro.
All’interno dei New York Mercantile Exchange nella divisione Comex i futures dell’oro in consegna a giugno sono stati scambiati a 1.282,78 dollari americani per oncia troy, valore in aumento del 1,22%.

In un momento era stato scambiato a un prezzo più alto a 1.297,21 dollari per oncia troy ed era previsto trovare una quota di supporto a 1.267,28 dollari è una quota di resistenza a 1.298,77 dollari.

L’indice del dollaro che mette in risalto i risultati della moneta americana nei confronti delle altre sei monete rivali è sceso dello 0,44% scambiando 95,28 dollari.

Sempre sul Comex l’Argento in consegna a maggio è salito del 1,62% scambiando 17,805 Dollari per oncia troy mentre il Rame in consegna a luglio è salito del 2,67% scambiando a 2,398 dollari per libbra.

Continue Reading

Valori di scambio AUD-USD in calo

aud usd

Questo venerdì di scambi borsistici è stato dominato dall’alta volatilità del dollaro e del suo cugino australiano, i due si sono dati battaglia a colpi di apprezzamenti e perdite continue.

Alla fine il verdetto ha decretato che il Dollaro australiano è stato più basso rispetto al Dollaro americano con la coppia AUD/USD che è stata scambiata a 0,7428 facendo registrare un calo dello 0,35% al momento della scrittura.

La coppia valutaria ha trovato una quota di supporto a 0,7237,

dato che risulta essere il più basso di tutta la giornata di scambi ed una quota di resistenza a 0,7633, dato che risulta essere il più alto come valore da mercoledì scorso.

Allo stesso momento il valore del Dollaro australiano è stato più basso rispetto alla nostra moneta unica e allo Yen giapponese con la coppia EUR/AUD che scambia a 1,5638 con un guadagno del 0,33% e la coppia AUD/JPY che scende dello 0,46% toccando quota 78,21.

Continue Reading

Dati lavoro USA in calo

disoccupazione usa

I dati sull’occupazione americana per il mese di aprile sono risultati essere inferiori alle attese e il rapporto fra la coppia Euro/Dollaro è in salita.
Questi ultimi dati che sono stati divulgati allontanano ancora di più le speranze di un rialzo dei tassi da parte della Fed, speranze che erano già molto deboli.

L’economia americana ha creato 155.000 nuovi posti di lavoro non agricoli e questo è l’incremento più basso degli ultimi sette mesi, le attese erano di un aumento oltre le 200.000 unità.

Subito dopo la pubblicazione del dato la coppia Euro/Dollaro è salita fino a quota 1,1521 per poi scendere.

Allo stesso tempo la coppia Dollaro/Yen tocca il minimo di giornata a 105,21 tenendosi sempre lontano dal minimo degli ultimi 17 mesi a quota 105,28.
A tal riguardo Wayne Lin di QS Investors ha dichiarato quanto segue:

Il dato odierno offre alla Fed maggiore spazio per rimanere accomodante per più lungo tempo e non penso che la possibilità di un rialzo a giugno sia del tutto sfumata, ma le probabilità si sono ridotte. All’orizzonte non c’è nulla di drammatico, ma questo dato segnala che ci troviamo nella fase centrale se non avanzata del ciclo piuttosto che allo stadio iniziale.

Continue Reading